La Miteni inquina, fallisce e licenzia. La vicenda Pfas si abbatte sul lavoro

La Miteni di Trissino, responsabile dell’inquinamento da Pfas, le sostanze perfluoroalchiliche, cancerogene di tipo B, usate come impermeabilizzanti per tessuti e pentole, che in Veneto hanno contaminato le acque fra le province di Vicenza, Padova e Verona, ha annunciato il 31 ottobre l’avvio della procedura di licenziamento collettivo di 121

Basta al ricatto “Ambiente o lavoro”!

Noi vogliamo tutelare ambiente e lavoro e dimostriamo che si può fare: bloccare le produzioni nocive, bonificare, riconvertire. La questione dell’inquinamento da Pfas nelle acque venete sta crescendo a dismisura, dopo anni di silenzio, rotti solo dai comitati, dalle associazioni ambientaliste e da Rifondazione Comunista che, dal 1995, denuncia la

Palestina, una strage infinita.

Da settimane Israele uccide impunito centinaia di palestinesi la cui unica colpa è quella di manifestare per il ritorno nelle loro terre. 70 anni fa i paesi occidentali fondavano lo stato di Israele in una regione già altamente instabile ma che lo divenne ancora di più con questa presenza estranea,

No alla guerra. Giovedì 19 aprile 2018 presidio alla Ederle

Rifondazione Comunista con Potere al Popolo parteciperà giovedì 19 aprile 2018 a partire dalle ore 18.00, al presidio contro la guerra che si terrà davanti alla Caserma Ederle a Vicenza in viale della Pace. Oggi 17 aprile il governo ancora in carica, riferirà alle Camere in merito all’aggravarsi della situazione

No alla guerra

No alla guerra, cessate il fuoco in tutto il Medioriente per l’umanità e per il pianeta 1676 miliardi di dollari sono spesi ogni anno per oliare e affilare le armi degli eserciti di tutto il mondo (dati Global Campaign on Military Spending). Gli acquirenti più scatenati sono le petromonarchie (Arabia